Russia follia poesia

Autore: Roman Jakobson
Editore: Guida
Pagine: 218
Anno: 1989
ISBN: 8810429938

PREZZO: 10,00 €

StumbleUponEmail
Categorie: , , Tag: , ,
   

Descrizione

Brossura editoriale.

«Di chi sono le voci possenti che più sonore s’intrecciano in un canto?» Così suona un verso di Majakovskij che Jakobson elegge, in queste pagine, a domanda fondamentale della sua ricerca sull’essenza della poesia. Le tre parole che danno il titolo alla raccolta, curata da Tzvetan Todorov, racchiudono il senso di questa ricerca: Russia, poiché nel primo trentennio di questo secolo, «la poesia ribelle creata dall’avanguardia russa ha trasformato il verso nella sua essenza, nella sonorità e nel lessico»; follia, poiché nell’ostracismo che la follia nutre nei confronti della modalità dialogica del linguaggio si svela l’essenza monologica della poesia; poesia, poiché se la prosa è un’invenzione, il canto, come dice un antico proverbio russo, è la verità.
Russia, follia, poesia è diviso in tre parti che, oltre a saggi inediti sulla letteratura russa e al celebre scritto sulla poesia di Hòlderlin Die Aussicht, contengono testi autobiografici e ricordi in cui l’oggetto è Jakobson stesso, la sua straordinaria esistenza, la sua assolutamente singolare educazione letteraria. Come scrive Todorov nella Prefazione, al lettore è dato imbattersi, nelle pagine di questo volume, non nel savant austère alle prese con le strutture della lingua, ma nell’amoureux fervent che con assoluta dedizione coltiva la sua filologia.

Indice:

Prefazione di Tzvetan Todorov 5
Prima parte
Avvertenza 15
Intervista 19
Dalle lettere di Aljagrov 47
Boris Michajlovic Ejchenbaum 53
Seconda parte
Avvertenza 65
Sulle fiabe russe 71
II cammino della poesia russa 93
Puskin 103
Majakovskij 119
II mito della Francia in Russia 155
Terza parte
Avvertenza 167
Uno sguardo a La veduta di Hólderlin 171