Dizionario antipsichiatrico. Esplorazioni e viaggi attraverso la follia

Autore: Giuseppe Bucalo
Editore: Sicilia Punto L
Pagine: 130
Anno: 2006
ISBN:

PREZZO: 6,00 €

StumbleUponEmail
Categorie: , , , Tag: , , , ,
   

Descrizione

Tenterò di chiarire in questo libro come e perché delle persone, all’apparenza sensate, siano potute giungere alla conclusione, all’apparenza tanto insensata, che non esista una malattia mentale. Questa negazione, che diamo per scontata nei pazienti psichiatrici, ci fa una certa impressione quando è praticata da gente con cui frequentiamo l’università, andiamo a giocare a pallone, insegniamo in una scuola o nuotiamo in una piscina. Passi che lo dicano alcuni psichiatri un po’ estrosi: a loro, del resto, è permesso dire ogni sorta di cosa e il contrario di ogni cosa. Ma che davvero qualcuno possa pensare che il barbone solitario che sta gridando nella stazione di Bologna, inveendo contro donne immaginarie, non sia malato ci sembra davvero inaccettabile e frutto anch’esso di malattia mentale.
In realtà il barbone non è malato, ma deve essere malato. Perché? Cambierebbe forse qualcosa a considerarlo, che ne so, innamorato? Ne avremmo meno paura? Lo lasceremmo avvicinare con tranquillità? Certamente no. Innamorato o malato, il rapporto che abbiamo con lui non cambierebbe. E allora a che serve chiamarlo malato? A chi serve?